La scomoda verità su Lyconet in Norvegia, Austria e Svizzera.

Lyoness in Norvegia non risulta condannata, perchè l’autorità non può procedere a condanne per truffa, finché non viene presentata una denuncia da parte di uno o più (ex) distributori Lyoness.

Quello che ha fatto Lottstift, l’autorità che in Norvegia corrisponde all’AGCM italiana, è congelare l’azienda, lato network, in attesa di sviluppi.

Mentre la comunità Cashback di Lyoness è ancora attiva, il network Lyconet è stato sospeso a tempo indeterminato, per schema “palla di neve” (l’equivalente del nostro per schema piramidale).

Ciò significa, in altri termini, che Lyoness in Norvegia può ancora operare come comunità Cashback; come network invece, Lyconet:

  • Non può reclutare nuovi distributori.
  • Non può inserire nuove aziende nel circuito.
  • Non può vendere buoni sconto.
  • Non può vendere quote Cloud.

Quindi è ancora attivo il circuito sconti, ma non il network.

Lo stesso vale per Austria, Svizzera, Ungheria.

In tutti e tre i Paesi, i contratti Lyoness/Lyconet violano le leggi nazionali che regolamentano e difendono i consumatori dagli schemi piramidali (noti in quei Paesi come “schemi palle di neve”).

Di seguito indicheremo anche le fonti ufficiali, da cui abbiamo estrapolato e tradotto i paragrafi più importanti.

Lyconet Norvegia sospesa per schema piramidale.

30 Gennaio 2018 – L’autorità regolatoria chiude Lyoness e Lyconet in Norvegia!

Con una sentenza di 16 pagine, l’autorità di regolamentazione norvegese “Lotteri- og siftelsestilsynet” ha classificato le società Lyoness Norway AS e la “nuova denominazione” Lyconet come schemi illegali piramidali, e ha chiesto che le aziende cessino tutte le attività commerciali nel Paese entro quattro settimane.

Qualora Lyoness Norway AS e Lyconet non rispettino la richiesta prima della scadenza o non facciano una dichiarazione che giustifichi in modo adeguato la loro mancata conformità, le società potrebbero essere chiuse d’ufficio e potrebbero essere applicate le relative spese.

La classificazione di Lyconet come schema piramidale illegale e sistema “palla di neve” coincide con il procedimento in corso con Lyoness Europe AG.

La casa madre continua a dichiarare, negli eventi pubblici e nei media, che la compagnia si sarebbe “riposizionata” e che avrebbe “imparato dai suoi errori passati”.

Tuttavia, Lyconet è già stata classificata come un sistema a palle di neve dalle sentenze del tribunale superiore in Svizzera.

Sentenza del Canton Zugo (EV201642) del 20 settembre 2016.

Citazione: Lyconet sta lavorando con quelli che chiama “cloud dei clienti”, nel senso che vengono effettuati pagamenti che potrebbero essere “moltiplicati” nei rispettivi Paesi, in futuro attraverso gli acquisti.

Quindi, nel complesso, è lo stesso principio dei vecchi pacchetti nazionali venduti da Lyoness, ed è quindi un sistema a palle di neve.

Le autorità norvegesi, tedesche e svizzere non si lasciano prendere in giro o ingannare da Lyoness/Lyconet. Tutti gli interventi del Consigliere generale Lyoness Dr. Reif e del suo “apprendista stregone” Mr. Zotter sono stati interrotti al confine austriaco.

La magistratura austriaca, che esibisce chiaramente “modelli di comportamento nigeriani”, dovrebbe prendere come esempio l’obiettività norvegese.

“Nessuno dovrebbe sorprendersi se Lyoness/Lyconet commentassero la chiusura della compagnia in Norvegia, dicendo che avevano in programma comunque di interrompere le proprie attività in Norvegia”.

Fonti:

5 giugno 2018 – L’Autorità della Lotteria ha concluso che Lyoness è un sistema di vendita illegale basato su uno schema piramidale.

l’Autorità della Lotteria ha stabilito che Lyoness deve interrompere tutte le operazioni, la partecipazione e l’estensione dei lavori in Norvegia poiché l’azienda si basa su un sistema illegale di vendita piramidale.

Deve interrompere tutte le attività illegali in Norvegia.

La decisione implica che tutti i trasferimenti e tutti i pagamenti dei partecipanti norvegesi e delle aziende fidelizzate a Lyoness, Lyconet, Cashback World e myWorld devono cessare.

Devono cessare tutte le vendite di coupon, quote, carte regalo, materiali promozionali e tutti i seminari […]

Fino alla scadenza del termine, i partecipanti esistenti possono utilizzare la carta dei benefici nelle aziende fidelizzate esistenti, e ricevere uno sconto sulla base di questo scambio.

La decisione è diretta contro myWorld Norway AS (ex Lyoness Norway AS) e Lyoness Europe AG, ma riguarderà anche circa i 152.500 partecipanti norvegesi e 1000 aziende fidelizzate norvegesi incluse nel sistema delle entrate.

In Norvegia, è vietato creare, guidare, partecipare o diffondere schemi piramidali illegali e sistemi di vendita basati su schemi piramidali.

L’Autorità della Lotteria ha concluso che Lyoness è uno schema piramidale. La conclusione si basa sulla seguente valutazione:

Le entrate di Lyoness in Norvegia sono dovute principalmente al reclutamento di distributori, e in assenza di vendite o consumo di beni, servizi o altri benefici.

I partecipanti a Lyoness che acquistano buoni sconto, spettacoli, buoni regalo, materiale promozionale e seminari di Lyoness, non ricevono alcun prodotto, servizio o altri vantaggi che corrispondano al valore del pagamento.

L’acquisto è, infatti, un corrispettivo per ottenere lo status di distributore.

Lyoness non è stata in grado di documentare come i ricavi dell’azienda provenissero per la maggior parte dalla vendita o dal consumo di beni, servizi o altri benefici, e non dal reclutamento di altri soggetti.

Fonte: BehindMLM.com

12 giugno 2018 – La società Lyoness, recentemente ribattezzata Cashback World, non è più autorizzata a fare affari in Norvegia.

L’autorità del gioco d’azzardo del paese ha classificato Lyoness come “sistema di vendita illegale e piramidale”.

Lyoness deve interrompere immediatamente le sue attività.

Fonte: Diepresse.com – Die Presse

Qui un articolo di approfondimento.

Lyconet Austria: contratti nulli per schema piramidale.

“Il giudice Mathilde Beranek del tribunale commerciale di Vienna […], ha condannato Lyoness come schema piramidale, e ha dichiarato che i Termini & Condizioni generali dell’azienda erano nulli (caso n. 581 Cg 44/16y-11).

[…]

In definitiva, il reclamo è legittimo nonostante la negazione dello status del querelante come consumatore.

Le clausole 13.2 e 13.3 dei Termini & Condizioni generali, nonché le clausole 8.3 e 8.4 dei Termini & Condizioni complementari sono nulle e non valide, separatamente, nonché in combinazione, poiché limitano il diritto del cliente al rimborso dei loro “acconti/rate”, basate su motivi di fatto e motivi che sono in gran parte a discrezione del convenuto.

Pertanto, le condizioni di annullamento sono considerate non solo opache […], ma anche grossolanamente pregiudizievoli.

Anche se il punto sollevato da Lyoness che le condizioni si riferiscono esclusivamente agli imprenditori era accurato, i Termini & Condizioni generali sarebbero nulli e invalidi a causa della violazione del § 879 (3) ABGB.

1 Agosto 2017 – La corte di appello finale ha deciso che tutti i contratti dal 2007, 2009 e 2012 di e con Lyoness sono nulli.

Fonte: Bekm.us – BE Konfliktmanagement

Qui altri articoli per approfondire:

Lyconet Svizzera condannata per schema piramidale.

Come detto prima, Lyoness è stata condannata nel Canton Zugo. Le indagini hanno mostrato come il contratto Lyconet violi le leggi svizzere (qui la fonte).

Per questo, Lyoness Suisse GmbH aveva anche fatto ricorso, poi annullato, presso la Alta Corte di Appello di Zugo.

La condanna come schema piramidale è quindi definitiva.

Per approfondire:

Lyconet Germania indagata per schema piramidale.

Anche in Germania Lyconet è sotto indagine per schema piramidale e truffa. Qui l’articolo dedicato.

Qui invece puoi legge l’approfondimento relativi alle indagini su Lyconet in Italia.

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments